Programma XXI Settimana della lingua 2021

 XXI EDIZIONE DELLA SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO

"DANTE, L'ITALIANO" - 18 - 22 OTTOBRE 2021

 

 

Carissime/i,

Abbiamo il piacere di invitarvi a partecipare alle iniziative didattiche e formative che abbiamo organizzato nell’ambito della Settimana della Lingua Italiana.

Tutti gli eventi saranno trasmessi online sul nostro portale del P.R.I.A. 

Per poter assistere sarà sufficiente collegarsi al nostro sito www.programmapria.ru e scegliere l’evento di vostro interesse.

Se desiderate, invece, partecipare attivamente agli eventi, interagire attraverso la nostra chat ed ottenere il certificato di partecipazione sarà necessario iscrivervi ed accedere attraverso il portale https://programmapria.ru/index.php/portale .

Di seguito l’elenco dettagliato delle attività previste:

 

 

 
 
 
 

Lunedì 18 ottobre 2021

12.30-13.30 (ora di San Pietroburgo)

evento online

“Un Dante giovane e attualissimo” 

 

Dante conosciuto in tutto il mondo è diventato un’icona pop globale, libri e film ne testimoniano un successo inarrestabile e travolgente. Leggere la Divina Commedia è sempre attuale: una vera esperienza di vita per tutti noi.

Tante le espressioni dantesche usate un po’ da tutti noi oggi, le famose “pillole” di Dante disseminate nel nostro linguaggio; tra le tante, ve nʼè una particolarmente attuale: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”; ora siamo quasi pronti ad uscire dall’inferno, a riprenderci la nostra vita e a sognare il nostro futuro.

relatori: MARIA LUCIA CARNEVALE, STEFANO MARIA CAPILUPI,  CECILIA PILO BOYL, SACHA CEPPARULO 

 E gli studenti di San Pietroburgo

 

***************************

 

Mercoledì 20 ottobre 2021

15.00-16.00 (ora di Mosca)

Conferenza online

“La Divina Commedia e l'apprendimento cooperativo”

 

L'apprendimento cooperativo è tra le metodologie più diffuse in Italia. La lezione cooperativa si basa sulla collaborazione tra studenti verso un obiettivo comune. Il maggiore coinvolgimento crea un clima emotivo favorevole all'apprendimento e migliora il rendimento della classe.

relatori: FABIO CAONANNALISA BRICHESE  

 

16.00-17.00 (ora di Mosca) 

Lezione online

 “La lingua non basta”  

Lezione con focus su aspetti linguistici legati alla lingua di Dante. 

Relatori: VIKTORIJA GORBANEVA, EUGENIO ALIMENA

 

 

 ***************************

 

Giovedì 21 ottobre 2021 

16.30  (ora di Mosca) 

Lezione online 

"C'è volgare e....volgare! L'uso delle parolacce nella Divina Commedia"

 

La lezione vuole avere un duplice scopo: da un lato, infatti, spiegare da un punto di vista squisitamente linguistico e letterario quale sia stato l'obiettivo di Dante di utilizzare un linguaggio scurrile nel luogo più basso e abietto del mondo ultraterreno, facendo uso della trivialità proprio per rendere anche a livello di suono e semantico la bestialità delle bolge. Dall'altro lato si vuol fornire uno spunto per avvicinare il pubblico alla lettura dell'opera dantesca da un punto di vista certamente meno noto e forse divertente.

Relatore: FEDERICO CANACCINI

 

***************************

 

Venerdì 22 ottobre 2021 

10.00-12.00 (ora di Mosca) 

Incontro online

"S'i' ho ben la parola tua intesa"

 

le parole della Divina Commedia spiegate dagli studenti della scuola italiana e delle scuole russe.

 

Ad ogni Istituzione è stata assegnata una "Parole di Dante" scelta dall'elenco aggiornato quotidianamente dalla Accademia della Crusca https://accademiadellacrusca.it/it/dante in cui le parole sono presentate insieme alla terzina della Divina Commedia che le contiene.

 Ogni Scuola, con modalità e numero di studenti che stabilisce autonomamente,  ha preparato una: lettura della terzina; spiegazione della terzina nel suo contesto; spiegazione del termine; contestualizzazione del termine, fornendo esempi contemporanei dell'uso della parola; interpretazione visiva del termine e/o della terzina.

 

 Istituzioni partecipanti:

 

Scuola Italiana “Italo Calvino” - Mosca

Conservatorio di musica “Rachmaninov – Rostov sul Don

scuola №1251 Mosca

Scuola 318 San Pietroburgo

Centro Italiano di Cultura - Mosca

Scuola 368 Mosca

Scuola 1315 Mosca

Liceo 67 Niznij Novogorod

Accademia business Togliatti

Scuola 2099 Mosca

Scuola 574 – San Pietroburgo

Scuola 1950 Mosca

Scuola 1529 Mosca

Ginnasio 11 San Pietroburgo

Universita Pyatigorsk

Ginnasi nn. 1 e 2 Voronezh

Scuola 2010 - Mosca

 

 

 

 

***************************

 

Venerdì 22 ottobre 2021

15.30-17.30 (ora di Mosca)

 dibattito in presenza e online

“Cred’io ch’ei credette ch’io credesse”

 

Al dibattito si può anche partecipare in presenza presso la Biblioteca delle Letterature Straniere “Rudomino” di Mosca (sala Gutemberg – quarto piano)

La lingua di Dante è ancora attuale? Possiamo recuperare termini e modi di dire, inserendoli in un contesto contemporaneo?

 Parleremo della ri-evoluzione linguistica di Dante, cercando di comprenderne la grande capacità inventiva, il suo sogno, il suo messaggio, il mistero e la magia della sua opera.

 Partecipano al dibattito:

Alessandro Masi, Giuseppe Lo Porto, Leonardo Romei, Silvia Mandruzzato, Emiliano Mettini, Gianni Celestre, Marilena Lavra, Alessandro Salacone, Anna Strunina

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Tieniti aggiornato con le ultime novità del programma PRIA pubblicheremo regolarmente annunci di eventi, materiali utili e orari dei corsi online.

Abilita il javascript per inviare questo modulo


Organizzatori


Proprietario del sito e coordinatore del progetto — Consolato Generale d'Italia a Mosca

Sviluppatore del progetto — Eltsina Polina / Eltsina Art Projects

Contatti


+7 495-9165435  
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni techiche sul sito - Polina Eltsina:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2005-2021 All rights reserved. Il Programma P.R.I.A. ha avuto inizio nel 2005, è un progetto di diffusione dell’insegnamento della
lingua italiana in Russia ed ha l’Ufficio Istruzione del Consolato Generale d’Italia a Mosca come punto di riferimento.